Misurazione della pressione arteriosa: metodi, fatti storici

La misurazione della pressione sanguigna è un metodo per misurare la pressione del sangue contro le pareti dei vasi sanguigni. In altre parole, è la pressione che emana dal cuore e prodotta nelle arterie.

La pressione nei vasi sanguigni non è costante, ma in continua evoluzione. Tra le altre cose, l'azione corrispondente del cuore influenza la pressione sanguigna. Quando si misura la pressione sanguigna, vengono determinati due valori (unità: millimetri di mercurio o millimetri di mercurio).

La pressione più elevata che si verifica quando il cuore si contrae si chiama pressione sistolica e la pressione più bassa che prevale quando il cuore si rilassa, chiamata pressione diastolica.

Da un punto di vista medico, misurare la pressione sanguigna è particolarmente importante per scoprire se i valori della pressione sanguigna sono troppo alti. Perché se tale pressione alta (ipertensione) persiste, il cuore, i vasi sanguigni, il cervello, gli occhi e i reni possono essere danneggiati, il che in casi estremi può portare a complicazioni come infarto o ictus. Ecco perché è consigliabile trattare l'ipertensione in modo tempestivo.

Negli adulti, la pressione sanguigna è considerata elevata se durante la misurazione si ottengono i seguenti valori:

  • pressione arteriosa diastolica su 90 mmHg.
  • pressione arteriosa sistolica su 140 mmHg. Pertanto, la pressione sanguigna supera 140 di 90.

Di conseguenza, la Società europea di ipertensione raccomanda la pressione arteriosa target al di sotto di 140 a 90 per quasi tutti gli adulti. Eccezioni si applicano a:

  • persone che soffrono diabete mellito con pressione sanguigna diastolica da 80 a 85;
  • persone di età superiore a 80 (nonché persone di età inferiore a 80), in cui la pressione sistolica varia da 140 a 150;
  • Le persone con malattie renali e delle proteine ​​urinarie che hanno la pressione arteriosa sistolica al di sotto del segno 130.

livelli di pressione sanguigna

Da ipertensione spesso passa inosservato per molto tempo, si consiglia di misurarlo regolarmente. Una pressione sanguigna troppo bassa (ipotensione) non ha di per sé gravi conseguenze per la salute, ma può, ad esempio, causare affaticamento e vertigini. I limiti di pressione sanguigna bassa sono diversi per uomini e donne:

  • Nelle donne, valori inferiori a 100 mmHg. Art. (Sistolica) e 60 mmHg. Art. (Diastolico) indica chiara ipotensione.
  • Negli uomini, i medici diagnosticano la bassa pressione sanguigna misurando valori sistolici inferiori a 110 mmHg. colonna.

La pressione arteriosa può essere determinata in singole misurazioni. Tuttavia, può anche essere utile misurare la pressione sanguigna per un lungo periodo di tempo (ad esempio, ipertensione notturna o alte fluttuazioni diurne). Quindi, viene eseguita una misurazione della pressione sanguigna 24-ora, in cui vengono eseguite misurazioni ripetute durante il giorno.

pressione sanguigna

Se vuoi far misurare la tua pressione sanguigna, puoi andare dal tuo medico o dalla farmacia. Il classico misuratore di pressione sanguigna misura la pressione sanguigna alla spalla. Ma puoi anche misurare la tua pressione sanguigna a casa: ci sono diversi dispositivi elettronici per la pressione sanguigna che richiedono una piccola guida: dopo aver applicato il bracciale, il monitor della pressione sanguigna misura automaticamente la pressione sanguigna.

Per la misurazione classica della pressione sanguigna, è necessario disporre di:

  • sfigmomanometro, costituito da un bracciale gonfiabile, collegato tramite un tubo flessibile a un piccolo soffietto, e un manometro tramite il quale una persona può leggere la pressione dell'aria nel bracciale o la pressione sanguigna.
  • stetoscopio per rilevare il rumore del polso nell'arteria radiale situata nell'articolazione del gomito durante la misurazione.
  • Ecco come preparare il classico processo di misurazione della pressione sanguigna:
  • Posizionare il bracciale dello sfigmomanometro attorno alla spalla. Il bordo inferiore del bracciale dovrebbe terminare di circa 3 centimetro sopra il gomito.
  • Quindi, palpare l'arteria radiale al gomito e posizionare lo stetoscopio (o la sua estremità esterna - il cosiddetto trasduttore) a questo punto: lo stetoscopio può essere utilizzato per monitorare il polso durante l'intero processo di misurazione della pressione sanguigna. Per poter misurare correttamente la pressione, assicurarsi che il ricevitore del suono dello stetoscopio sia posizionato correttamente sull'arteria radiale durante la misurazione e non scivoli.

Misurazione della pressione sanguigna

Nella fase successiva, gonfiare rapidamente il bracciale fino a quando non si sente più il polso, quindi aumentare ulteriormente la pressione nel bracciale. Se un vaso sanguigno e quindi un'arteria radiale viene chiuso con un bracciale, il sangue non può più fluire. I rumori del polso di solito non si sentono attraverso lo stetoscopio. E solo ora è possibile misurare la pressione sanguigna. Per fare ciò, l'aria dal bracciale viene rilasciata gradualmente utilizzando il tappo di scarico sullo sfigmomanometro, riducendo così la pressione fino a quando non si sentono i primi impulsi sincroni. Il valore al quale si sentono i suoni del polso per la prima volta corrisponde alla pressione sanguigna sistolica.

Il valore sistolico è la pressione sanguigna massima: da questo valore, la pressione sanguigna può aprire leggermente il vaso sanguigno rispetto alla pressione del bracciale durante il polso, in modo che il sangue possa fluire attraverso di esso. Tuttavia, poiché il diametro del vaso è ancora ridotto sotto la pressione della cuffia, si sviluppano flussi turbolenti nel vaso sanguigno. Possono essere ascoltati con uno stetoscopio e questo consente di misurare la pressione sanguigna. La pressione del bracciale a questo punto è approssimativamente uguale alla pressione sistolica nel corrispondente vaso sanguigno, l'arteria radiale.

Se la pressione nel bracciale diminuisce ulteriormente, la pressione sanguigna potrebbe finire per mantenere il vaso aperto in modo permanente. Quindi di solito non ci sono suoni che possono essere ascoltati. Il valore al quale i suoni scompaiono approssimativamente corrisponde alla pressione sanguigna diastolica. Quando si misura la pressione, il manometro dello sfigmomanometro legge sempre prima un valore più alto e poi un valore diastolico più basso.

Informazioni importanti per la misurazione della pressione sanguigna

È importante misurare correttamente la pressione sanguigna (per evitare errori di misurazione) e interpretare correttamente i risultati. Le seguenti note sulla misurazione della pressione sanguigna ti aiuteranno a fare questo in modo più preciso:

  • 1. La pressione arteriosa deve essere misurata solo sdraiato o seduto e, se possibile, in fase di riposo.
  • 2. Con una circonferenza della spalla di una persona fino a 32 centimetri, è sufficiente un normale bracciale su uno sfigmomanometro. Ha una larghezza di circa 13 e un serbatoio gonfiabile con una lunghezza di 24. Le spalle più spesse richiedono un bracciale leggermente più largo per misurare la pressione sanguigna. Il bracciale troppo stretto o troppo largo dello sfigmomanometro può portare alla falsificazione dei valori della pressione sanguigna.
  • 3. Quanto più viene calcinata la nave sclerotica, tanto più alta deve essere la pressione della cuffia per comprimere la nave contro la maggiore resistenza della parete dell'arteria. Pertanto, i valori misurati della pressione sanguigna sono inaccurati, vale a dire troppo alti.
  • 4. Dopo lo sforzo fisico, durante la gravidanza o le infezioni febbrili, il sangue passa attraverso i vasi sanguigni a una portata maggiore. La turbolenza risultante è spesso udibile anche senza la pressione del bracciale. In questo caso, è necessario leggere il valore diastolico in un momento in cui i suoni diventano molto più silenziosi.
  • 5. La pressione sanguigna sistolica può essere misurata misurando la pressione sanguigna solitamente fino a 5 mmHg. Art., Diastolic - fino a 10 mm Hg.
  • 6. Se la pressione del sangue è compresa tra 140 e 90, la pressione del sangue è troppo alta (un segno di ipertensione).
  • 7. Se la pressione sanguigna scende al di sotto del valore sistolico di 100 mmHg. (nelle donne) o 110 mmHg (negli uomini), bassa pressione sanguigna (ipotensione); il valore diastolico è generalmente inferiore a 60 mm RT. colonna.

errori di misurazione della pressione

La norma della pressione sanguigna nei bambini

Nei bambini, la pressione sanguigna cambia con l'età: la misurazione della pressione sanguigna nei bambini è generalmente molto più bassa rispetto agli adolescenti. Oltre all'età, tuttavia, il genere e le dimensioni del corpo influiscono anche sulla pressione sanguigna. Pertanto, i valori normali della pressione arteriosa nei bambini sono diversi dagli adulti.

Ricordiamo che negli adulti i valori ottimali sono di circa 120 mm Hg. (sistolica) e 80 mm Hg. (diastolica). Per normalizzare la pressione sanguigna ed eliminare i segni di ipertensione, il farmaco viene spesso utilizzato Cardiline che consiste di estratti vegetali.

È facile misurare indirettamente la pressione sanguigna: chiunque può farlo da solo. A differenza della misurazione diretta della pressione sanguigna: solo un medico può misurare la pressione sanguigna direttamente sul posto - in diverse parti del vaso e nel cuore stesso.

Tuttavia, per poter misurare direttamente la pressione sanguigna, il medico deve inserire un catetere nell'arteria, che ha un piccolo sensore all'estremità o un sensore di pressione all'estremità esterna. Di conseguenza, il metodo di misurazione diretta è anche chiamato misurazione del sangue o invasiva della pressione sanguigna.

Quando i medici misurano la pressione sanguigna con un catetere, l'apertura è solitamente contro il flusso sanguigno. Pertanto, la misurazione diretta della pressione sanguigna fornisce valori leggermente superiori rispetto al metodo di misurazione indiretta: quest'ultimo misura solo la pressione statica, cioè la pressione che agisce sulle pareti del vaso dall'interno e le tiene aperte. D'altra parte, nella misurazione invasiva della pressione sanguigna, il catetere misura anche la pressione dinamica generata dal flusso sanguigno.

La misurazione indiretta della pressione arteriosa è attualmente comune, specialmente durante interventi chirurgici importanti o come parte del monitoraggio della terapia intensiva. A differenza della procedura indiretta Riva-Rocci, la misurazione diretta della pressione sanguigna fornisce letture più accurate della pressione sanguigna.

Per misurare da soli la pressione sanguigna, non è necessario eseguire calcoli, è possibile leggere il valore direttamente dal proprio sfigmomanometro. Ma se vuoi capire il principio di misurazione della pressione sanguigna, dovresti dare un'occhiata alle basi fisiche. Quindi, il sangue scorre attraverso le arterie di una persona sana a un ritmo medio. Di solito è così basso che i flussi di sangue sono regolati in un vaso sanguigno, senza turbolenza. Per misurare la pressione sanguigna, è necessario stringere artificialmente il flusso sanguigno dall'esterno. Perché queste turbolenze producono un rumore udibile, che viene utilizzato nella misurazione classica della pressione sanguigna.

Quando si misura la pressione sanguigna, si determina semplicemente la pressione esterna necessaria per agitare il flusso sanguigno. Un bracciale gonfiabile per la misurazione della pressione aiuta a esercitare una pressione sull'arteria dall'esterno, ad esempio sulla spalla o sul polso:

  • Quando si gonfia il bracciale, l'arteria si chiude a una certa pressione esterna, quindi il flusso sanguigno viene interrotto. Non si sente alcun rumore a causa della mancanza di flusso.
  • Ora fai uscire lentamente l'aria dal bracciale, la pressione esterna sull'arteria diminuisce e l'arteria si apre di nuovo leggermente.
  • Il diametro del vaso si sta ancora restringendo, quindi il sangue non può fluire uniformemente attraverso l'arteria, ma si sente invece la turbolenza. Finché la pressione esterna restringe l'arteria, essa rimane in un flusso vorticoso.
  • Se la pressione esterna scende al di sotto della pressione interna nel vaso (cioè la pressione sanguigna), l'arteria è completamente aperta. Quindi il sangue scorre uniformemente attraverso l'arteria: la turbolenza e il rumore associato, quindi, scompaiono.

Il valore fisico chiave per creare turbolenza è il numero di Reynolds. Nel caso di misurazione della pressione sanguigna a seconda della velocità del flusso sanguigno, della larghezza dei vasi sanguigni e delle proprietà del sangue (densità e sua viscosità). Se il numero di Reynolds supera un certo valore, il flusso verrà ascoltato a orecchio nudo. Puoi usare questi suoni per misurare la pressione sanguigna:

  • la comparsa di suoni indica un valore più alto della pressione sanguigna;
  • la scomparsa del fondo.

L'unità di pressione è Pascal (Pa). Per quanto riguarda la pressione sanguigna, un'unità di millimetri di mercurio (mmHg) è conservata fino ad oggi.

Storia dei metodi di misurazione della pressione arteriosa

Fino al 19 ° secolo, la pressione sanguigna poteva essere misurata solo direttamente, cioè inserendo sonde di misurazione nei vasi sanguigni. Tuttavia, questo "metodo sanguinoso" era piuttosto doloroso e c'era anche un alto rischio di contaminazione con batteri nocivi.

Alla fine del secolo 19, il pediatra italiano Riva-Rocci ha sviluppato un metodo completamente nuovo per misurare la pressione sanguigna, che ha permesso di misurare la pressione sanguigna "senza sangue" dall'esterno. Ha descritto questo metodo in 1896 in un articolo di giornale.

Il dispositivo di misurazione utilizzato da Riva-Rocci consisteva in una sorta di tubo da bicicletta che fungeva da bracciale, un palloncino di gomma per gonfiare il bracciale e un barometro a mercurio che Riva-Rocci utilizzava per misurare la pressione sotto l'ascella. Quando la palpazione dell'arteria sul polso, Riva-Rocci ha verificato durante la misurazione della pressione sanguigna come il polso, a seconda della pressione sanguigna, è scomparso con un aumento della pressione (sistolica).

come misurare la pressione sanguigna

Inizialmente, questo nuovo metodo di misurazione della pressione sanguigna ha incontrato un rifiuto nei circoli medici, ma alla fine è stato riconosciuto. Il principio di tale misurazione si trova ancora oggi nei moderni dispositivi di misurazione della pressione sanguigna, sebbene con alcuni miglioramenti tecnici.

Lo scienziato Riva-Rocci ha creato uno sfigmomanometro, che era il modello per i moderni misuratori di pressione sanguigna.

In 1905, il medico militare russo Korotkov ha migliorato il metodo sviluppato da Riva-Rocci con uno stetoscopio per misurare la pressione sanguigna: uno stetoscopio viene utilizzato per registrare i rumori tipici durante le misurazioni della pressione sanguigna quando il sangue circola attraverso un'arteria. Questi suoni sono noti come suoni di Korotkov.

Dalla fine degli 1920, dispositivi simili per misurare la pressione sanguigna basati sul sistema Riva-Rocci sono stati trovati non solo negli ospedali, ma anche nella pratica medica.

Nel 1968, lo sfigmomanometro completamente automatico è stato utilizzato per la prima volta come precursore dei moderni strumenti di misurazione della pressione sanguigna 24 ore su 1976. Dal 1989 esistono dispositivi elettronici di autoregolazione comodi e facili da usare con i quali misurare la pressione sanguigna senza l'intervento di un medico. Dal 1992 sono disponibili misuratori della pressione sanguigna da dito indice e dal XNUMX sono disponibili sfigmomanometri elettronici con polsini per misurare la pressione sanguigna al polso.

Fai una domanda

Kakhanovskaya Lyudmila Nikolaevna, cardiologo con quasi 20 anni di esperienza. Una biografia dettagliata e informazioni sulle qualifiche mediche sono pubblicate nella pagina degli autori del nostro sito web.

Obzoroff
Aggiungi un commento